cataniassd2_2
newsdetail
catania-fc-_-logo
v50_1
catania-fc-_-logo
k1
k1
k1

SITEMAP:

k1

The latest News

THE OFFICIAL BLOG OF CATANIA

threads.svg

facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
tiktok
whatsapp.svg

For further informations: info@cataniassd.com

back

"Orgoglioso di questi ragazzi, ringrazio la società"

2024-05-25 23:50

author

Insights, Under Highlight,

"Orgoglioso di questi ragazzi, ringrazio la società"

Dopo la gara disputata al “Partenio-Lombardi”, mister Zeoli analizza così la prestazione del Catania e il percorso rossazzurro nei playoff: “Siamo arr

Dopo la gara disputata al “Partenio-Lombardi”, mister Zeoli analizza così la prestazione del Catania e il percorso rossazzurro nei playoff: “Siamo arrivati a sette minuti più recupero dall’impresa, la delusione è tanta a livello sportivo ma sono molto orgoglioso di quello che hanno fatto vedere i ragazzi, tanti hanno capito cosa vuol dire vestire questa maglia, due mesi fa tanti di loro venivano attaccati e criticati ma sono contento e orgoglioso perché adesso la società ha più possibilità di scelta per l’anno prossimo. La squadra era carica perché ci avevano definito scadenti e “scarsoni”, non degni di partecipare a questi playoff: abbiamo fatto leva anche su queste motivazioni, a Catania la squadra di calcio rappresenta la città e la società. Ringrazio la società perché mi ha dato qualcosa d’impensabile e mi ha fatto vivere emozioni che non mi sono neanche goduto: mai avrei pensato di allenare il Catania, ho dato tutto me stesso facendo anche degli errori, tanta gente ci aspettava per un eventuale passaggio del turno. Ringrazio tutta la gente che mi è stata vicino, i tifosi e la mia famiglia. Qualcosa lascio, bisogna seminare e ripartire da uno zoccolo duro, non so quanti rimarranno, lo decideranno la società e l’allenatore che verrà ma questi ragazzi hanno capito cosa significa indossare questa maglia, ci metto la mano sul fuoco. Differenze tra primo e secondo tempo? C’è anche l’avversario, hanno fatto un eurogol e poi la partita andava su quei binari fino alla fine, non avevamo più la gamba per ripartire e mi dispiace non essermela giocata come volevo io, perché se comincio a pensare a Peralta, Ndoj, Tello, Sturaro, penso a giocatori che non puoi concedere questi giocatori all’avversario e adattare un centrocampista come Kontek che pure ha fatto benissimo. È questa l’unica cosa che mi dà fastidio, perché poi in avanti avevo tante scelte, alla squadra non si può dire nulla. Questi eravamo, questo potevamo fare: i cambi di Ndoj e Tello erano previsti, non avevo centrocampisti in panchina ad eccezione di Sturaro che non si è tirato indietro e mi ha fatto gli ultimi venti minuti; Zammarini aveva la febbre. Sfiora l’impresa o fai l’impresa: dipende dai dettagli, noi l’abbiamo sfiorata nonostante tutti ci dessero per sfavoriti. Nel primo tempo per la prima volta non mi sono girato, in panchina. Inizialmente questi ragazzi non hanno capito che forse stavamo affondando, mi prendo il merito di averlo chiarito senza presunzione; so che molti cercano il curriculum ma ci sono anche 30 anni di calcio e di spogliatoio. A Catania ho giocato e questa cosa l’ho sfruttata, da allenatore. Sono orgoglioso di questa scelta e dei colori, ringrazio la società perché non era scontato che facessi questo percorso e forse nemmeno lo meritavo perché bisogna fare gavetta ma sono contento del percorso fatto insieme al mio staff e di essermi confrontato con tanti ragazzi che hanno una grande carriera alle spalle. Ho sempre detto che per rimanere a Catania devi sentire le farfalle nello stomaco a prescindere dal ruolo che hai, se varchi il cancello di via Ferrante Aporti e timbri il cartellino è meglio che lasci spazio ad altri, finché avrò questa voglia sarò a disposizione, poi vedremo quel che accadrà. I ragazzi hanno fatto il massimo, alcune cose vengono sottovalutate: i protagonisti di questo sport sono i giocatori e devono essere messi nelle condizioni di fare bene. Chiarella e Chiricó possono stare a Catania e fare la differenza l’anno prossimo ma in questo momento conta il Catania. I ragazzi hanno fatto bene, parecchi piangevano, il vice presidente Grella ci ha ringraziato, i tifosi del Catania possono essere orgogliosi. Apro una piccola parentesi sulla società e parlo da tifoso: non ce la facciamo scappare. Gli errori sono stati ammessi da società e tesserati, io per primo, ma dico: abbiamo vinto una Coppa Italia alla quale partecipavano 60 squadre, siamo arrivati a sette minuti dalla fine dall’essere tra le prime quattro dei playoff, immaginiamo cosa si potrebbe fare dimezzando gli errori. Massima fiducia, anche se oggi non è facile da accettare”.
 

2560px-download_on_the_app_store_badge_it_rgb_blk.svg
2560px-download_on_the_app_store_badge_it_rgb_blk.svg
android-store-mallbox
android-store-mallbox

DOWNLOAD THE CATANIA FC APPLICATION

logo_flazio_bianco

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY

This website is created by:

v11
h1
meliordecinere-ctssd-varianti

CATANIA TEAM

DISCOVER THE ONLINE SHOP

arrow